Cottura a bassa temperatura

Perchè i nostri clienti utilizzano il sottovuoto?
23 Gennaio 2019

Per cuocere a bassa temperatura è necessario avere una macchina per il sottovuoto che sigilli il prodotto da cuocere all’interno di specifici sacchetti di plastica, all’interno dei quali viene creato il vuoto.
La cottura avviene in acqua a temperatura non troppo elevate che si aggirano tra i 50° e i 100°.
Una volta cotto, l’alimento può essere tolto dalla sua confezione e mangiato, oppure può essere conservato in frigorifero o freezer.

Per la cottura a bassa temperatura si possono utilizzare due metodi: la cottura a vapore o tramite la sousvide (o immersione).

SOUSVIDE (o immersione)
Garantisce un perfetto controllo della temperatura di cottura grazie ad una migliore trasmissione del calore al prodotto.
In questo modo consente un maggiore utilizzo del forno a vapore per altre cotture e, non da ultimo, ottimizza i costi di gestione.

COTTURA A VAPORE
Con l’utilizzo del forno a vapore, la trasmissione del calore risulta meno precisa e controllata.
Migliorando comunque la qualità del prodotto in cottura senza però poter sfruttare la versatilità del forno in utilizzo.|